Cari lettori di MondOlistico network, visto il periodo è bene parlare di agrumi.

 

Fuori, le condizioni atmosferiche richiedono di proteggerci e di innalzare le difese immunitarie per cui una bella spremuta di agrumi aiuta il nostro organismo a stare bene. Assumere della vitamina C è utile a combattere stanchezza e stress.

Non dimentichiamo di avere uno stile di vita adeguato alle nostre forze e di variare sempre le combinazioni nell’alimentazione per trarne il maggior beneficio.

 

Le varietà di agrumi sono davvero tante. Tra i più consumati e conosciuti ricordiamo quelli di Sicilia. Ricordiamo anche i succosi limoni della penisola Sorrentina: qui questo agrume è il re delle ricette tradizionali, che spaziano dal salato al dolce, con un connubio anche con la mozzarella per i buon gustai che amano i sapori particolari.

Gli agrumi più presenti sulle nostre tavole sono i limoni, i pompelmi nella varietà rosa e gialla, le arance, i mandarini, il bergamotto e il lime.

È sempre bene utilizzare agrumi non trattati, in particolare se dobbiamo grattugiare la scorza che darà un tocco di profumo alle nostre pietanze e ci farà utilizzare meno grassi, come olio o burro.

 

Le caratteristiche nutrizionali per 100 grammi di arance:

contengono 34 kcal / 142 kj

Acqua 87,2 g

Carboidrati 7,8 g

Zuccheri 7,8 g

Proteine 0,7 g

Grassi 0,2 g

Colesterolo 0 g

Fibra totale 1,6 g

Sodio 3 mg

Potassio 200 mg

Ferro 0,2 mg

Calcio 49 mg

Fosforo 22 mg

Vitamina B1 0,06 mg

Vitamina B2 0,05 mg

Vitamina B3 0,2 mg

Vitamina A 71 µg

Vitamina C 50 mg

Fonte Web

 

Gli agrumi hanno un controllo attivo contro i radicali acidi, che non sono altro che sostanze chimiche tossiche prodotte da un’errata alimentazione.

Tenete presente, inoltre, che conviene mangiare le arance a spicchi, perché metà della pectina di un’arancia si trova nell’albedo, la parte bianca e spugnosa che riveste internamente la scorza. Meglio quindi non essere troppo meticolosi nello sbucciarle, perché mangiando un po’ di pellicina bianca vi assicurerete la giusta dose di questa importante fibra.

 

Ora vediamo come utilizzare gli agrumi in cucina.

Nell’utilizzo nelle preparazioni teniamo sempre presente che la vitamina C è termolabile e sensibile alla luce per cui se sottoposta a fonte di calore o lasciata all’aria svanisce. Dunque, per averne massimo beneficio beviamone il succo poco dopo averlo spremuto o usiamolo in cucina a freddo.

La CITRONETTE, dal francese citron, è un condimento, un’emulsione tra limone, olio, sale e pepe (opzionale un cucchiaino di senape) utilizzando un frullatore ad immersione si crea una salsa di condimento per frutti di mare crudi o cotti, insalate e per il pollo grigliato.

Il limone si può sostituire con il bergamotto o con altri agrumi  per creare delle nuove combinazioni per insaporire i nostri piatti restando in salute, perché la dose è di un cucchiaio di olio su un agrume spremuto.

Ed ecco la ricetta:

Battuta di Fassone con citronette al bergamotto e birra.

Dosi per 1 persona

80 g di coscia vitello magra

1 bergamotto

1 birra scura

Olio qb

Sale qb

Pepe qb

 

Preparazione

  • Tagliare la carne a cubetti e batterla con il dorso del coltello.
  • Salare e pepare la carne e lasciare riposare per 2 min.
  • Preparare la Citronette spremendo il bergamotto (non esagerare, ha un’acidità particolarmente marcata) ne basterà un cucchiaio da cucina, metterlo in una ciotola, aggiungere a filo olio evo delicato 2 cucchiai, la birra 1 cucchiaio e creare un’emulsione con l’ausilio di un frullatore ad immersione oppure semplicemente con la frusta.
  • Aggiungere il condimento alla carne e lasciare marinare per 10/15 min.
  • Il tutto si può accompagnare con del riso o della verdura per renderlo un piatto completo.

Ed ecco qua una ricettina lampo quando si ha poco tempo ma non si vuole rinunciare al gusto e pensando sempre al benessere!

 

Rimanete in contatto con noi sulle nostre pagine dei social per essere sempre aggiornati sui nostri eventi, and work in progress su MondOlistico.

 

Un caro saluto a tutti e arrivederci al prossimo articolo.

Sara Rossotti naturcheffina per passione.

Condividi: