Chi nell’atlante dei suoi sogni punta il dito sulla Bretagna, eleggendola meta della propria vacanza, sa che sarà accolto dalla potenza delle grandi maree dell’oceano. Da luoghi dove la Natura gioca con la bacchetta magica a trasformare il paesaggio.

Sa anche che potrà visitare Mont-Saint Michel e l’affascinante abbazia benedettina, lì edificata nel X secolo.

Ha ben presente che lungo l’itinerario che si sviluppa sulla costa scoprirà tante piccole e grandi località, tutte forgiate dalla Storia.

Sa, inoltre, che tra Trébeurden e l’Isola di Bréhat s’inoltrerà in  paesaggi irreali modellati dall’oceano, tra spiagge di sabbia fine, isole e migliaia di blocchi di granito rosa dalle forme più improbabili.

Ma forse non sa che sarà ospite della regione francese regina del benessere. Un’incoronazione meritata grazie alla ricca offerta talassoterapica che sfrutta i benefici dell’acqua di mare.

Le coste bretoni, bagnate dalle maree e sferzate dai venti, sono luoghi perfetti per la talassoterapia: l’acqua dell’oceano è molto ricca di elementi oligominerali e permette uno scambio energetico davvero forte. Già nell’Ottocento la pratica si era imposta in questa zona di Francia con scopi medici. Oggi è sempre più scelta da chi vuole rigenerarsi dallo stress e fare scorta di benessere.

Le località del litorale propongono relax e una carica di energia, suggerendo itinerari rilassanti nella natura, da percorrere lungo la costiera e negli stabilimenti che offrono esperienze articolate sui benefici che regala il mare.

Giusto per iniziare a sognare, immaginate di dedicarvi del tempo con una ossigenante “passeggiata allo iodio” in luoghi spettacolari. Dove? Da Erquy a Fréhel ad esempio, nel comprensorio dei promontori, dove dall’alto delle falesie si gode di panorami mozzafiato e si respira a pieni polmoni.

Erquy rivela il suo fascino a qualsiasi ora del giorno. La tonalità dominante è il rosa, il colore della pietra arenaria locale. Ma le lande della zona del Cap d’Erquy si rivestono di colori cangianti a seconda delle stagioni: in primavera è il giallo brillante  dei fiori del ginestrone a prevalere, poi, quando scoppia l’estate, l’erica s’impone nel paesaggio con spesse pennellate  color viola. Cap Fréhel regala uno dei più bei panorami della Bretagna. In questa magnifica riserva ornitologica si sgomitola -a strapiombo sul mare color smeraldo- la passeggiata che conduce al famoso Fort la Latte.

Se poi si desiderasse provare emozioni forti, sarebbe opportuno scegliere il periodo delle grandi maree. Per viverle a pieno si deve andare a  Saint-Malo, città bretone corsara a guardia della punta nord dell’ ’Ille-et-Vilaine, al confine con la Normandia, dove sono di casa le maree d’Europa.

Qui il livello del mare può variare di oltre 13 metri tra la bassa marea e il mare aperto. Per affrontare gli assalti delle onde, la città bretone si è difesa con i frangiflutti. Si tratta di più di tremila pali di legno di diversi metri di altezza piantati (alla fine del XVII secolo) per attenuare la potenza delle onde e proteggere una parte della cittadella. La distanza tra due onde è chiamata lunghezza d’onda: più l’intervallo è lungo, più le onde sono violente. Chi abita a Saint-Malo sa che tempi lunghi (derivati da tempeste lontane) associati a un forte vento possono mettere in ginocchio la città. Ma fortunatamente la concomitanza di tutti questi elementi è rara. A Saint-Malo il mare ha coefficienti di maree (differenza fra l’alta e la bassa marea in uno stesso posto) molto alti quasi ogni mese, durante la luna piena. Ma generalmente le maree più impressionanti si verificano a marzo e settembre, quando ricorrono gli equinozi. In ogni caso lo spettacolo è assicurato tutto l’anno, come in questa foto, scattata in pieno agosto da Rémi Lemenicier.

Oltre a godere dell’abbraccio diretto dell’oceano, il turista che viene in Bretagna  può farsi coccolare nelle numerose strutture che propongono trattamenti con l’acqua di mare, che suonano come un inno al benessere: bagni in piscina con le onde, docce a 37 gradi,  algaterapie, aromatalassoterapie (abbinamenti di idroterapia e oli essenziali).

In Bretagna ci sono 13 impianti, distribuiti in diverse località. Info, indirizzi e dettagli li trovate al link sottostante

www.thalasso-bretagne.fr

ph. thalasso carnac spa resort; pornichet talassoterapia relais; baie-du-mont-st-michel copy le-rouge-marc; © Rémi Lemenicier maree saint malo

Condividi: